Ultimi articoli
  • <!-- AddThis Sharing Buttons above -->Mentre grande incertezza regna sulle sorti della società aeroportuale Fanum Fortunae, reduce da quattro anni consecutivi di bilanci in perdita e, a quanto si legge sulla stampa, oberata dai debiti (con rischio di ulteriori passività derivanti da un arbitrato e da vertenze legali di vario genere in corso), nulla si muove sul fronte che più interessa i cittadini, ovvero il parco urbano.<!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/aeroporto-nel-caos-e-sul-parco-solo-chiacchiere/' addthis:title='AEROPORTO NEL CAOS, E SUL PARCO SOLO CHIACCHIERE' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div><!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/aeroporto-nel-caos-e-sul-parco-solo-chiacchiere/' addthis:title='AEROPORTO NEL CAOS, E SUL PARCO SOLO CHIACCHIERE' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div>

    AEROPORTO NEL CAOS, E SUL PARCO SOLO CHIACCHIERE

    Mentre grande incertezza regna sulle sorti della società aeroportuale Fanum Fortunae, reduce da quattro anni consecutivi di bilanci in perdita e, a quanto si legge sulla stampa, oberata dai debiti (con rischio di ulteriori passività derivanti da un arbitrato e da vertenze legali di vario genere in corso), nulla si muove sul fronte che più interessa i cittadini, ovvero il parco urbano.











  • <!-- AddThis Sharing Buttons above -->Nel gioco dell’oca del dragaggio ripartiamo quindi dal via, con il nuovo accordo di programma che prevede la possibilità, in un orizzonte temporale non ben definito, di conferire nella vasca di colmata di Ancona un totale di 42.200 mc di sedimenti, che vuol dire effettuare un nuovo dragaggio di soli 21.200 mc, essendo altri 21.000 mc il volume dei sedimenti già dragati e “provvisoriamente” stoccati nella banchina del porto e dell’area di Torrette/Fantasy Word.<!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/il-gioco-delloca-del-dragaggio-del-porto-accordi-di-programma-e-promesse-da-marinaio/' addthis:title='IL GIOCO DELL’OCA DEL DRAGAGGIO DEL PORTO: ACCORDI DI PROGRAMMA E PROMESSE DA MARINAIO' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div><!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/il-gioco-delloca-del-dragaggio-del-porto-accordi-di-programma-e-promesse-da-marinaio/' addthis:title='IL GIOCO DELL’OCA DEL DRAGAGGIO DEL PORTO: ACCORDI DI PROGRAMMA E PROMESSE DA MARINAIO' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div>

    IL GIOCO DELL’OCA DEL DRAGAGGIO DEL PORTO: ACCORDI DI PROGRAMMA E PROMESSE DA MARINAIO

    Nel gioco dell’oca del dragaggio ripartiamo quindi dal via, con il nuovo accordo di programma che prevede la possibilità, in un orizzonte temporale non ben definito, di conferire nella vasca di colmata di Ancona un totale di 42.200 mc di sedimenti, che vuol dire effettuare un nuovo dragaggio di soli 21.200 mc, essendo altri 21.000 mc il volume dei sedimenti già dragati e “provvisoriamente” stoccati nella banchina del porto e dell’area di Torrette/Fantasy Word.











  • <!-- AddThis Sharing Buttons above -->L’assessore ha dimostrato solo di pensare più alla sua boria e meno all’approfondimento dell’argomento, dimostrandosi irrispettoso delle dinamiche istituzionali e assolutamente ignorante della materia e incapace di gestire l’aggiornamento richiesto in un ambito così delicato. Per questo gli chiediamo di rassegnare la sua delega alla Protezione Civile: NOI DI FANESI NON CI FIDIAMO!<!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/piano-comunale-emergenza-per-fanesi-meno-ego-e-piu-studio/' addthis:title='PIANO COMUNALE EMERGENZA: per Fanesi meno “ego” e più “studio”' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div><!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/piano-comunale-emergenza-per-fanesi-meno-ego-e-piu-studio/' addthis:title='PIANO COMUNALE EMERGENZA: per Fanesi meno “ego” e più “studio”' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div>

    PIANO COMUNALE EMERGENZA: per Fanesi meno “ego” e più “studio”

    L’assessore ha dimostrato solo di pensare più alla sua boria e meno all’approfondimento dell’argomento, dimostrandosi irrispettoso delle dinamiche istituzionali e assolutamente ignorante della materia e incapace di gestire l’aggiornamento richiesto in un ambito così delicato. Per questo gli chiediamo di rassegnare la sua delega alla Protezione Civile: NOI DI FANESI NON CI FIDIAMO!











  • <!-- AddThis Sharing Buttons above -->Ricordiamo che il Consiglio Comunale il 16.06.2016 ha approvato una mozione presentata dai consiglieri del Movimento 5 Stelle di Fano, e votata dallo stesso Seri, che impegna il Comune a “non partecipare in alcun modo alla copertura delle perdite subite dalla società, né sottoscrivere alcun ulteriore aumento di capitale sociale”<!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/aeroporto-via-le-mani-dalle-tasche-dei-cittadini/' addthis:title='AEROPORTO… via le mani dalle tasche dei cittadini' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div><!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/aeroporto-via-le-mani-dalle-tasche-dei-cittadini/' addthis:title='AEROPORTO… via le mani dalle tasche dei cittadini' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div>

    AEROPORTO… via le mani dalle tasche dei cittadini

    Ricordiamo che il Consiglio Comunale il 16.06.2016 ha approvato una mozione presentata dai consiglieri del Movimento 5 Stelle di Fano, e votata dallo stesso Seri, che impegna il Comune a “non partecipare in alcun modo alla copertura delle perdite subite dalla società, né sottoscrivere alcun ulteriore aumento di capitale sociale”











  • <!-- AddThis Sharing Buttons above -->Immaginatevi un centro città e una zona mare pedonalizzati, incentivi comunali per il mantenimento e l’apertura di attività locali e che valorizzino il territorio, con opere edilizie di riqualificazione e mobilità leggera, veramente a misura di bambini e, quindi, di tutti. Ecco, è questo che la politica a Fano dovrebbe realizzare. Ma saper tenere lo sguardo fermo e la barra diritta, forse, non è da tutti. Ancor meno per il nostro sindaco Seri<!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/auchan-e-tutto-oro-quello-che-luccica/' addthis:title='AUCHAN.. è TUTTO ORO QUELLO CHE LUCCICA?' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div><!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/auchan-e-tutto-oro-quello-che-luccica/' addthis:title='AUCHAN.. è TUTTO ORO QUELLO CHE LUCCICA?' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div>

    AUCHAN.. è TUTTO ORO QUELLO CHE LUCCICA?

    Immaginatevi un centro città e una zona mare pedonalizzati, incentivi comunali per il mantenimento e l’apertura di attività locali e che valorizzino il territorio, con opere edilizie di riqualificazione e mobilità leggera, veramente a misura di bambini e, quindi, di tutti. Ecco, è questo che la politica a Fano dovrebbe realizzare. Ma saper tenere lo sguardo fermo e la barra diritta, forse, non è da tutti. Ancor meno per il nostro sindaco Seri











  • <!-- AddThis Sharing Buttons above -->A questo punto si faccia capofila dei comuni della Vallata del Metauro e non solo, per la riqualificazione della sanità e degli ospedali esistenti, vicini ai cittadini. Dica un secco no all’ospedale unico. <!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/lettera-aperta-al-sindaco-sulla-questione-ospedale-unico/' addthis:title='Lettera aperta al Sindaco sulla questione ospedale unico' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div><!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/lettera-aperta-al-sindaco-sulla-questione-ospedale-unico/' addthis:title='Lettera aperta al Sindaco sulla questione ospedale unico' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div>

    Lettera aperta al Sindaco sulla questione ospedale unico

    A questo punto si faccia capofila dei comuni della Vallata del Metauro e non solo, per la riqualificazione della sanità e degli ospedali esistenti, vicini ai cittadini. Dica un secco no all’ospedale unico.











  • <!-- AddThis Sharing Buttons above -->Il 3 luglio, la pagina Facebook del Bastione Sangallo annunciava l’apertura di un bar, nonostante l’attività di somministrazione di bevande non fosse ricompresa nel bando di gara con cui l’anno scorso era stata affidata la gestione del monumento, che anzi prevedeva esclusivamente l’organizzazione di iniziative culturali e di animazione a titolo gratuito<!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/le-grinfie-dei-partiti-sui-beni-pubblici-bastione-san-gallo/' addthis:title='LE GRINFIE DEI PARTITI SUI BENI PUBBLICI: BASTIONE SANGALLO' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div><!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/le-grinfie-dei-partiti-sui-beni-pubblici-bastione-san-gallo/' addthis:title='LE GRINFIE DEI PARTITI SUI BENI PUBBLICI: BASTIONE SANGALLO' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div>

    LE GRINFIE DEI PARTITI SUI BENI PUBBLICI: BASTIONE SANGALLO

    Il 3 luglio, la pagina Facebook del Bastione Sangallo annunciava l’apertura di un bar, nonostante l’attività di somministrazione di bevande non fosse ricompresa nel bando di gara con cui l’anno scorso era stata affidata la gestione del monumento, che anzi prevedeva esclusivamente l’organizzazione di iniziative culturali e di animazione a titolo gratuito











  • <!-- AddThis Sharing Buttons above -->Visto che Seri, generalmente, ci mette un po’di tempo prima di attivarsi, gli vorremmo suggerire di muoversi alla svelta questa volta: tolga definitivamente questi obbrobri dalla vista di tutti, semafori spaccati, mezzi divelti, mutilati o girati in mezzo al canale Albani (vedi foto). Basta poco, ma fatelo!<!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/semafori-poco-intelligenti/' addthis:title='SEMAFORI POCO INTELLIGENTI' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div><!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/semafori-poco-intelligenti/' addthis:title='SEMAFORI POCO INTELLIGENTI' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div>

    SEMAFORI POCO INTELLIGENTI

    Visto che Seri, generalmente, ci mette un po’di tempo prima di attivarsi, gli vorremmo suggerire di muoversi alla svelta questa volta: tolga definitivamente questi obbrobri dalla vista di tutti, semafori spaccati, mezzi divelti, mutilati o girati in mezzo al canale Albani (vedi foto). Basta poco, ma fatelo!











  • <!-- AddThis Sharing Buttons above -->Ma vogliamo soprattutto rassicurare il Dott. Pucci che daremo ancora battaglia sulle nostre proposte che volevamo avanzare assieme al referendum: difesa degli ospedali presenti con una loro riorganizzazione e il loro potenziamento, mantenendo tutte le caratteristiche di ospedali all’avanguardia nei servizi e con specialità di secondo livello distribuite su più strutture, anche se organizzate in un unico presidio amministrativo<!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/ignazio-pucci-con-lui-lospedale-di-fano-ritornerebbe-a-piu-di-100-anni-fa/' addthis:title='IGNAZIO PUCCI: con lui l’ospedale di Fano ritornerebbe a più di 100 anni fa' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div><!-- AddThis Sharing Buttons below -->
                <div class="addthis_toolbox addthis_default_style addthis_32x32_style" addthis:url='http://www.fano5stelle.it/ignazio-pucci-con-lui-lospedale-di-fano-ritornerebbe-a-piu-di-100-anni-fa/' addthis:title='IGNAZIO PUCCI: con lui l’ospedale di Fano ritornerebbe a più di 100 anni fa' >
                    <a class="addthis_button_preferred_1"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_2"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_3"></a>
                    <a class="addthis_button_preferred_4"></a>
                    <a class="addthis_button_compact"></a>
                    <a class="addthis_counter addthis_bubble_style"></a>
                </div>

    IGNAZIO PUCCI: con lui l’ospedale di Fano ritornerebbe a più di 100 anni fa

    Ma vogliamo soprattutto rassicurare il Dott. Pucci che daremo ancora battaglia sulle nostre proposte che volevamo avanzare assieme al referendum: difesa degli ospedali presenti con una loro riorganizzazione e il loro potenziamento, mantenendo tutte le caratteristiche di ospedali all’avanguardia nei servizi e con specialità di secondo livello distribuite su più strutture, anche se organizzate in un unico presidio amministrativo











dal consiglio comunale