Programma – acqua

Acqua

NESSUN TIPO DI PRIVATIZZAZIONE e quindi di lucro su un bene che è un diritto di tutti. Proponiamo di:

  •  Definire una quantità pro-capite giornaliera minima gratuita e far pagare il surplus a costi crescenti in relazione alla crescita dei consumi Nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni, obbligo del doppio circuito, con acqua potabile per gli usi alimentari e non potabile per gli altri usi.
  • Ristrutturare la rete idrica per ridurne le perdite, con gare d’appalto che consentano di trasformare i risparmi sui costi di gestione in quote d’ammortamento degli investimenti.
  • Promuovere l’uso dell’acqua potabile comunale. Occorre meglio sensibilizzare la cittadinanza a un utilizzo consapevole del bene acqua, promuovendo l’impiego di brocche depuratrici per il CONSUMO DI ACQUA DEL RUBINETTO (evitando il trasporto e uso di bottiglie di plastica) anche nelle scuole.
  • Promuovere i detersivi a basso livello di inquinamento.

About the Author