ADOTTA UN INGEGNERE PER SILVESTRI

Rimaniamo allibiti dalle parole dell’assessore Silvestri sul taglio volontario, ma non obbligatorio, del possibile 10% dello stipendio degli assessori. Secondo Silvestri, gli assessori sono super oberati di impegni, tanto che stanno in ufficio dalla mattina alla sera. Ma avete mai provato a parlare o a cercare in ufficio i nostri assessori? Direbbe Tom Cruise: “Missione Impossibile”. Le scuse sono sempre le stesse: “l’assessore è fuori stanza; oggi non è in ufficio; mandi una mail, ecc.”. Visto che a noi piace la concretezza, vorremmo ricordare a Silvestri che il 20 dicembre 2010 è stata approvata in consiglio comunale una nostra mozione sulla riorganizzazione della viabilità della zona Poderino: dopo un incidente ogni due o tre settimane, non vorremmo che “ci scappasse” il morto prima che qualcosa si muova. Occorre riorganizzare i sensi unici, installare zone “30 all’ora”, rendere visibili le intersezioni attraverso una cura delle siepi e il parcheggio a distanza di legge nei pressi degli incroci. Addirittura abbiamo presentato una proposta fatta da un cittadino che ha creato un percorso virtuoso e sicuro della zona, con simulazione in piantina. Dopo quasi due anni nulla si è mosso. Dopo ripetuti colloqui e telefonate con l’Assessore Silvestri, dopo un’ulteriore lettera firmata da 150 cittadini, l’inerzia la fa da padrona. Prima la scusa era che non c’erano i soldi, ora il problema è che manca il personale all’assessorato alla viabilità: solo due tecnici ingegneri per tutti i problemi di traffico a Fano. Allora lanciamo una proposta: perché invece di mantenere 10 assessori inutili, non ne mandiamo a casa qualcuno, assumendo dei tecnici che possano risolvere i problemi concreti della città? Altro che taglio volontario del 10% dello stipendio.

L’amministrazione ha bisogno di un organico completo e competente. Altro che problemi di attaccamento alla poltrona per i nostri assessori.

Ancora una volta la Giunta dimostra come sia fuori dalla realtà e lontana dai bisogni tangibili della città.

About Hadar O.