ASFALTATURE CON RIBASSO D’ASTA DEL 40%

Sotto la neve il pane…” dice un antico detto agreste. A Fano potremmo riadattarlo con “Sotto la neve le buche sulle strade…”. Purtroppo la pioggia prima, la neve poi ed infine gli spazzaneve e il sale sulle strade hanno disgregato la maggior parte delle strade fanesi, anche quelle da pochissimi anni rimesse a nuovo, si fa per dire.

La famosa tecnica dello slurry seal dopo due anni neanche (estate 2016) ha lasciato riaffiorare avvallamenti e ammaloramenti nelle principali vie fanesi, da viale XII settembre (la via che porta verso la stazione dalla rotatoria di via Cavour) a tratti di via Roma fino alla Flaminia. Ma sapete il perché? I lavori erano stati messi a bando per un importo di 794 mila euro e sono stati assegnati con un ribasso d’asta del 40%! Sì, avete capito bene, c’è stato un ribasso del 40%.

Qualsiasi buon amministratore, in questo caso il Sindaco e l’assessore competente Fanesi, avrebbero dovuto approfondire la questione. Invece, nulla! Ammaliati dalla nuova tecnologia hanno perso di vista la concretezza e hanno preferito stendere un tappetino sottile di asfalto anche sui tratti di strada che avevano necessità di interventi più radicali. Un’operazione di maquillage per abbindolare i cittadini. Ma i nodi al pettine arrivano sempre. Per questo i fanesi si chiedono quanto costerà al Comune rattoppare queste buche, visto che è l’ultima voce che manca nelle spese comunicate alla città da parte del Sindaco per questi ultimi eventi meteorologici.

Oltretutto c’è da registrare un nuovo piano di asfaltature per la prossima primavera. Vedremo se questa volta le nuove coperture reggeranno. Cari cittadini, stiamo con gli occhi ben aperti e vigiliamo su come vengono spesi i nostri soldi

About Hadar O.