INTERPELLANZA: Fiducia del sindaco per l’assessore Falcioni e etica politica del Sindaco

premesso che

  • In merito all’articolo apparso sul Corriere Adriatico in data 16.03.2012 di cui si riporta stralcio  “Nel fascicolo del PM è documentata anche una raccomandazione per un’assunzione alla BCC di Fano che l’assessore fanese Mauro Falcioni caldeggia con Giovanni Rondina, il quale perciò contatta il cugino Romualdo presidente della Banca. La raccomandazione non va in porto. Falcioni si risente e chiede di nuovo a Rondina di parlare col cugino, ricordandogli di averlo sempre accontentato quando gli servivano dei favori”
  • Inoltre è apparso, sempre sul Corriere Adriatico del 29 marzo 2012, questo stralcio di intercettazione riguardo all’affidamento di un incarico a Nevio Paganelli annunciato in questo modo dallo stesso Falcioni “Sì è un DS (Nevio Paganelli n.d.r), siccome ha dato una mano ad Aguzzi, Stefano mi ha detto: Vedi di fargli avere un incarico”.

interpella il Sindaco per conoscere

  • Se è a conoscenza dei fatti citati;
  • chiarimenti su quali siano i rapporti dell’assessore Falcioni con Rondina, e con quali favori si sia prodigato ad accontentarlo;
  • a quale titolo (favori personali e/o legati all’incarico) e se sia costume del’assessore,  prodigarsi in raccomandazioni volte a favorire l’assunzione di persone a lui vicine;
  • se intenda prendere dei provvedimenti, arrivando sino a ritirare la delega di assessore all’Urbanistica assegnandola ad altri o avocandola a sé per la salvaguardia delle istituzioni che rappresenta.
  • quali sono i motivi per cui, dalle parole di Falcioni, Lei stesso aveva fatto pressioni per far dare un incarico a Paganelli
  • se il Suo comportamento è eticamente e politicamente accettabile nei confronti della cittadinanza fanese e non solo

 

Fano, 30 marzo 2012                                                  Hadar Omiccioli

About Hadar O.