MOZIONE AREA SPORTIVA ZENGARINI: ESEMPIO DI DIALOGO E CONCRETEZZA

Lo diciamo con orgoglio, serenità e riconoscenza: poche settimane fa abbiamo depositato la versione definitiva della mozione per la riqualificazione della zona sportiva Zengarini, un esempio di partecipazione, dialogo e confronto. Partecipazione perché più di duecento cittadini hanno detto la loro e hanno dato suggerimenti sul nostro progetto proposto. Dialogo e confronto, perché in questi mesi ci siamo visti più volte con l’Assessore Antognozzi per redigere una mozione condivisa e approvabile dal consiglio comunale. Un lavoro di cesellatura e ricerca. Con un risultato importantissimo: la forza delle idee va al di sopra degli schieramenti politici.

Ecco la proposta che verrà discussa a breve nel Consiglio Comunale, caratterizzata da tre linee portanti:

1) Manutenzione delle strutture sportive: confermare l’intervento di ripristino della pista di atletica impegnando concretamente la quota decisa nel piano triennale di spesa pari a circa 200.000 euro. Ripristino della pista ciclistica intervenendo sulle numerose crepe e frequenti sgretolamenti presenti sul manto asfaltato. Messa in sicurezza della recinzione e dei paletti del circuito ciclistico. Creare, dove possibile, una seconda corsia interna podistica o un ampliamento di quella già esistente nel perimetro interno della pista ciclistica, al fine di diminuire ancor più le possibilità di conflitto di attività tra ciclisti e podisti.

2) Ampliamento del confort e ricettività della zona: Installare un idoneo numero di nuove panchine nella zona di attesa presso l’arrivo del circuito. Provvedere in uno spazio interno o limitrofo al circuito il posizionamento di un distributore automatico di bibite debitamente protetto. Creare una piccola area coperta per il posizionamento di una serie di armadietti per il deposito di oggetti personali dei fruitori della zona. Creare una piccola zona attrezzata all’aperto per svolgere esercizi a terra, stretching, allungamenti, esercizi per braccia, al fine di permettere a podisti e ciclisti di operare attività di fine o inizio corsa. Riqualificare il parchetto pubblico in fondo a Via Morandi con nuove strutture, una più ariosa manutenzione del verde e un suo ampliamento, in modo da renderlo meglio fruibile da parte delle famiglie e dei ragazzi, anche per attività di relax e di gioco all’aperto. In questa ottica è opportuno coinvolgere i cittadini della zona alla manutenzione e al rispetto del parchetto stesso tramite convenzioni o altre forme di collaborazione tra amministrazione e cittadini

3) Accessibilità alla zona: individuazione di nuove aree di parcheggio per auto e bus all’esterno del perimetro del circuito ciclistico. Creazione di una nuova piccola via a senso unico in uscita dal parcheggio di via Fattori in immissione a via Boccioni, in modo da creare una sorta di quadrilatero viario che non faccia congestionare il traffico. Mettere in sicurezza il pericolosissimo incrocio tra via Frusaglia e la via proveniente dal circolo tennis. Realizzare una rete di piste ciclabili che mettano in comunicazioni i parcheggi limitrofi e le aree di maggior flusso alla zona. Installare un congruo numero di rastrelliere per bici in zone delimitate

About Hadar O.