TERZO POLO? Dalle parole ai fatti!

Avete presente quando si dice “tutto fumo e niente arrosto”? Non vorremmo che il Terzo Polo, che si è creato da poco anche all’interno del consiglio comunale, invece di fare conferenze stampa e comunicati, poi non passi ai fatti. Ed è anche molto più semplice, rispetto a noi: loro sono nella maggioranza che guida la città. E allora come non appoggiarli nella loro richiesta di abbattere i costi della politica locale (nostro cavallo di battaglia fin da tempi non sospetti) o di ridurre e rivedere i compensi esorbitanti agli avvocati pagati dal Comune. Come non appoggiarli nella scelta delle ztl al lido e a Baia Metauro. Ma dalle parole passeranno ai fatti, proponendo in consiglio comunale (la sede appropriata ed efficace) delibere e mozioni che concretizzino e rafforzino le idee proposte? Noi non ci tireremo indietro e le voteremo. Ma se tutti questi annunci servono solo a procacciare un po’ di attenzione mediatica nella placida calura estiva che assopisce anche i più attenti lettori, beh, ben presto smaschereremo l’inghippo. Anzi, vogliamo lanciare al Terzo Polo una proposta più ardita. Per ciò che riguarda la ztl nella zona mare: ritornare alla chiusura totale (tranne che per i residenti) dalle 21,30 alle 06,00 fin dal tratto zona mare di viale Cairoli per il Lido e di viale Adriatico per la Sassonia. Chi dovrà sorvegliare le entrate? Abbiamo anche i soldati per il periodo estivo a Fano! Tra carabinieri, polizia, vigili e soldati, qualcuno ne troverà l’amministrazione. E vedrete che la zona mare rifiorirà: con meno smog e pericoli, i cittadini e i turisti saranno ben contenti di passeggiare al Lido e alla Sassonia, magari arrivandoci in bicicletta perché sanno che la zona è più sicura. Al contrario di quello che paventano i commercianti (che si lamentano per due viuzze con ztl al lido!). Per loro i clienti dovrebbero parcheggiare fin sotto l’entrata del locale. Ma nei paesi civili hanno capito da anni che il turismo vive di qualità e non di caos e traffico. I dati statistici parlano chiaro, ne giova la salute e il portafoglio: più serenità e più guadagni. E poi, per l’autunno, si tratta di rendere concreta la nostra mozione approvata alcuni mesi fa sulla pedonalizzazione del centro storico. Chiediamo troppo al Terzo polo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.