FANO CITTA’ TURISTICA tranne che ALLE PORTA DI ENTRATA

Si parla molto di turismo a Fano, anche con note spesso polemiche per le strategie e le azioni messe in campo al fine di attrarre visitatori nella nostra città. Ma nessuno ha mai pensato a quale spettacolo i nostri potenziali turisti devono assistere alle porte di entrata (guardate il video)? Per chi viene da nord, c’è la nuova rotatoria della liscia: eterna incompiuta, con lavori a singhiozzo che lasciano strade dissestate e con buche pericolose per ogni veicolo e anche per chi va a piedi. Stendiamo un velo pietoso sul verde e l’arredo di questa zona (imbarazzante il confronto con le rotatorie di Pesaro e Cattolica, ad esempio). Non si potrebbe valorizzare l’area curando in modo perfetto il verde e posizionando al centro della rotatoria una riproduzione, stilizzata ad opera di un grande artista, della statua della fortuna, nostro simbolo cittadino? O perché non pensare a una rosa dei venti, alludendo alla nostra realtà marittima e al percorso che da lì parte per condurre al mare? Infine, la possibilità di installare un’opera artistica che valorizzi Fano, la città del Carnevale? Insomma, le idee ce ne sarebbero a iosa.

Zona sud: c’è tutto lo spettacolo dei capannoni dell’ex-zuccherificio che si affacciano facendo capolino sulle sponde del fiume e sulla pineta di Madonna Ponte. E più avanti, prendendo la zona mare, c’è tutto lo scempio di Sassonia tre, con una pista dei go kart abbandonata, ruderi probabilmente abusivi sul lato monte (prima e dopo il locale Isla Bonita) di cui l’amministrazione non conosce la situazione legale per un eventuale abbattimento. La strada e la spiaggia sappiamo, purtroppo, in che condizioni sono ridotte a causa delle mareggiate. A questo punto, possiamo dilettarci a parlare di Fano dei Cesari, di alberghi a cinque stelle, di servizi alle spiagge e di strategie turistiche varie. Se manca l’inizio, il resto perde di valore. E’ come invitare a cena delle persone, ma già sulla porta mancano gli stipiti e un bello zerbino fiorito: qualche dubbio nella testa di chi entra, comincia a farsi largo. Le vacanze pasquali sono prossime, molte persone stanno per avvicinarsi a Fano: i dubbi continuano, purtroppo, a crescere.

22 thoughts on “FANO CITTA’ TURISTICA tranne che ALLE PORTA DI ENTRATA

  1. La cittadinanza, fortunatamente, non vi ha eletti ma guardando tutti questi video è nato in me un forte rimpianto: avrei tanto voluto vedere come vi sareste adoperati con lo scettro del comando.

    Siete bravissimi a cogliere con la telecamera quegli aspetti di sfacelo cittadini (alcuni veri mentre altri al vertice della pazzia e dell’invenzione mirata) secolari sopra i quali sono passate molte giunte.
    Giustamente è ora di porvi fine e voi lo rimarcate perché non siete voi a comandare.
    Tanto siete tutti uguali.

    Sarei veramente curioso di vedere come nasce l’idea per la realizzazione di uno di questi video: già mi immagino hadar girare con la sua bicicletta cercando qualcosa per cui incolpare il sindaco

    “trovato! questo cancello cigola! no troppo banale.. mmm … aspetta salendo su per il cavalcavia lato mare è possibile scorgere delle antenne sopra una casa! ECOMOSTRO! E’ un ecomostro assolutamente perché nel mio palazzone alto 20m queste non si vedono! SINDACOOOO”

  2. No Paolo, Hadar ha ragione.
    Inserirerei anche degli altri Ecomostri nella lista:

    – le mura cittadine
    – la fiocina del lido
    – le macchine (ah no scusate queste servono)
    – il mare

  3. Ma questo non era il sito delle libertà di pensiero?
    CENSURATORI

    Fortunatamente preservo una copia:

    La cittadinanza, fortunatamente, non vi ha eletti ma guardando tutti questi video è nato in me un forte rimpianto: avrei tanto voluto vedere come vi sareste adoperati con lo scettro del comando.

    Siete bravissimi a cogliere con la telecamera quegli aspetti di sfacelo cittadini (alcuni veri mentre altri al vertice della pazzia e dell’invenzione mirata) secolari sopra i quali sono passate molte giunte.
    Giustamente è ora di porvi fine e voi lo rimarcate perché non siete voi a comandare.
    Tanto siete tutti uguali.

    Sarei veramente curioso di vedere come nasce l’idea per la realizzazione di uno di questi video: già mi immagino hadar girare con la sua bicicletta cercando qualcosa per cui incolpare il sindaco

    “trovato! questo cancello cigola! no troppo banale.. mmm … aspetta salendo su per il cavalcavia lato mare è possibile scorgere delle antenne sopra una casa! ECOMOSTRO! E’ un ecomostro assolutamente perché nel mio palazzone alto 20m queste non si vedono! SINDACOOOO”

  4. Evidentemente chi amministra non considera il turismo un settore economico su cui investire in maniera programmata con interventi a lungo termine. La famosa (purtroppo) rotonda “elettorale” della liscia , stà diventando l’emblema della nostra città , il nostro biglietto da visita, e certamente non è una gran bella presentazione!
    Manca una viabilità razionale , manca una cultura del verde nelle aree pubbliche, mancano le infrastrutture , mancano gli arredi urbani…….a Fano manca la cultura del turismo ed è un peccato , perchè proprio in questi momenti particolarmente difficili dal punto di vista economico si potrebbero offrire innumerevoli opportunità di sviluppo.

  5. @ Paolo Giancarli:
    Ciao,
    da persona intelligente prova a discutere i contenuti e non fare le solite inutili critiche da bar sport che non servono a nulla ne a noi ne nemmeno a te.
    Se ami Aguzzi e lo vuoi difendere a tutti i costi, sposalo, a noi non interessa, ma questo spazio lo abbiamo adibito alle idee da portare in consiglio comunale e le critiche sono un punto di partenza per produrle.
    Noi siamo cittadini onesti e liberi, non c’abbiamo una lira e nessuno ci finanzia niente, lavoriamo solo per passione sacrificando il nostro tempo libero. Quindi facci quanto meno il piacere di non farci perdere tempo!
    Grazie.

  6. @ Gino:
    “L’ecologia” è l’etichetta che ci da chi come probabilmente voi ha il favoretto del politico di turno e quindi lo deve difendere a tutti i costi spammando i siti, senza motivazioni o dati alla mano, solo disturbare.
    Così come ho detto a Paolo, dato che lavoriamo senza una lira e senza finanziamenti o finanziatori di alcun tipo e solo per passione sacrificando tempo libero, se avete voglia di produrre idee o suggerimenti da portare in consiglio siete assolutamente i benvenuti, se invece dovete disturbare con chiacchere da bar sport vi posso indicare vari bar di Fano discretamente frequentati.
    Se siete solo male informati, mi scuso e vi invito a frequentare più spesso il nostro blog, che è l’unico luogo in cui abbiamo visibilità e possiamo illustrare le nostre idee ed i nostri progetti non avendo possibilità di apparire su tv o giornali come possono fare i partiti.
    Grazie.

  7. grazie per i censuratori… ma se ci spieghi a cosa dobbiamo l’onore di essere paragonati agli altri partiti, soprattutto alcuni… ci fai un favore.
    in secondo luogo, vorrei parlare di questo ” siete tutti uguali”. siamo una parte della cittadinanza attiva, non politici. tu come ti definiresti invece? cittadino passivo? non siamo forse sulla stessa barca?
    certamente è facile criticare quelli che sono ora al potere, chi non fa non falla, ma è un nostro diritto-dovere denunciare le inadempienze e puntare al miglioramento.
    se no, chiniamoci e prendiamo passivi tutto quello che arriva…

  8. nelle pagine di questo blog ci deve essere spazio per tutti , sia per coloro che vedono la critica come punto di partenza per riuscire a costruire qualche cosa di nuovo, sia per coloro che si sentono oppressi dal pessimismo cosmico del “tanto siete tutti uguali”.
    Qui non si tratta di trovare il capro espiatorio e di gettargli addosso la colpa di tutto, chi amministra attualmente ha solo la responsabilità di perpetrare nel tempo una scarsità operativa e programmatica che viene da molto lontano…e non si tratta di fare discorsi qualunquistici , ma semplicemente di osservare quello che succede in città e come vengono affrontati i vari problemi. Per favore parliamo insieme di contenuti e lasciamo perdere le tifoserie!

  9. In effetti in questo blog tutti possono commentare e criticare anche i nostri video, vorrei vedere, se no che blog è!!? Certo delle osservazioni costruttive sarebbero al cosa migliore. Ad esempio, che sia stata la giunta di 20 o 15 o 10 o 5 anni fa a perpetrare l’incuria di certe zone di Fano, ha poca importanza. L’importante è accorgersi che ci sono cose da migliorare a Fano. se poi qualcuno vuole metterla in discorsi qualunquistici e da tifoseria politica, è lecito farlo. Io sono del parere che però, così, non si va da nessuna parte. Quindi, per Paolo Giancarli e Gino… noi aspettiamo delle vostre proposte per migliorare Fano. Grazie

  10. Rendersi conto che da anni a Fano manca una programmazione politica economica di un certo spessore non la considero una cosa poco importante, ma anzi , focalizzare l’attenzione sulla radice del problema mi serve a seguire un certo ragionamento logico. Cose da migliorare a Fano ce ne sono tante, e sempre ce ne saranno; nella politica amministrativa non c’è un punto di arrivo ma un obiettivo, un percorso da seguire costantemente e senza sosta con interventi a breve, medio e lungo termine. La mia convinzione è che le amministrazioni locali (non solo quella fanese) sono molto attente alle iniziative a breve termine ed infatti assistiamo ad una intensa attività nell’organizzare festicciole varie , che possono avere un tornaconto elettorale nell’immediato, mentre dimostrano grande disinteresse verso gli interventi a lungo termine, quelli infrastrutturali, che garantirebbero invece continuità e sviluppo. Per questo motivo poi ad esempio ci troviamo di fronte alla situazione di Sassonia dove degrado e incuria sono una gravissima evidenza e una lampante dimostrazione di miopia politica.

  11. Tutta la mia solidarietà ad Hadar, perché definire il movimento a 5 stelle di Fano “come tutti gli altri” è un insulto. Se ci sono cose che non vanno si devono dire, certo è che oltre alle critiche ci devono essere le proposte, il movimento F5S le ha sempre fatte:
    più piste ciclabili, stop al consumo di territorio, attenzione agli ultimi, bimbi e anziani, favorire l’ambiente e il turismo, energie rinnovabili, rifiuti zero.
    I fatti dicono che Pesaro ci batte ancora sulla raccolta differenziata (e da fanese la cosa mi rode di più di un derby calcistico), che Pesaro ha finito la pista ciclabile tra le nostre città molto prima di noi (idem), che di piste ciclabili questa nuova amministrazione non ne ha fatta neanche una, che doveva fare l’interquartieri e non si vede, che i monumenti sono soffocati dai parcheggi (alla faccia dell’industria più importante della città), che in città si continua a consumare territorio (come a Pesaro), che questi amministratori non hanno un’idea (forse per ignoranza) sulle energie alternative, un impianto fotovoltaico solo è stato inaugurato, quello sopra il codma. E’ verissimo che i politici debbano essere misurati una volta eletti, ma se Hadar entra in consiglio, entriamo tutti noi… con la webcam. Doveva partire a gennaio la ripresa del consiglio comunale, come avviene già a Senigallia (invece temporeggiano). In fatto di trasparenza siamo indietro, non possono decidere senza che possiamo informarci. Hadar dentro il consiglio con il nostro fiato sul collo sarebbe bravissimo e lo possiamo controllare. Inoltre la rete e il blog è sinonimo di libertà e non condizionamenti, politici e mafiosi (o di lobbies economiche). Nessuno ci può fare tacere o metterci il bavaglio. Non molleremo mai. 😉

  12. Ma le avete altre viste le altre città? Vi siete mai mossi da Fano? Come si fa a non definire il video fatto da Hadar quanto mai opportuno? Mettere a posto quelle cose renderebbe Fano almeno “presentabile”.
    Complimenti e continuate così.

  13. @Nicola O.

    Questa è la classica scusa, io di certo non amo aguzzi ma di sicuro non amo nemmeno voi.
    Purtroppo odio profondamente tutte le persone che pur di apparire come “i buoni” se ne vanno in giro a seminare la pietra dello scandalo.
    Ci sono diverse modalità per mostrare una problematica:
    – parlare attorno ad un tavolo
    – sbandierare la “merda” (scusate) in faccia a tutti

    Voi usate la seconda, danneggiate l’immagine della città e sfruttate queste motivzioni per prendere un posto in comune alle prossime elezioni.

    Fate sempre tutti così.

    Cosa avete di diverso voi?
    Sapete usare movie maker?
    Bravi.

  14. @ Paolo Giancarli:
    Scusa ma qui quelli che usano questo spazio per sparare merda sono quelli come te.
    Abbiamo fatto una critica generica sullo stato di una parte della città e senza argomenti hai attaccato noi della lista. E’ questa la politica che ti piace? Complimenti, a me fai solo pena!
    Noi siamo un gruppo di comuni cittadini attivisti che fanno proposte. Che non abbiamo una lira ne finanziamenti è oggettivo e facilmente dimostrabile, quindi è ovvio che lo facciamo per passione. Ti sembra intelligente criticare chi fa proposte e lavora per la citta e lo fa per passione?
    Noi scegliamo la seconda!? Ma cosa lo scrivi a fare? Chi ci segue ha letto tutte le proposte che abbiamo presentato su questo blog, cosa pensi che se ne faccia del tuo commento? Ci farà una risata e dirà che sei il classico disturbatore da 4 soldi…che culo!
    Per la cronaca sono un programmatore elettronico, mi occupo di automazione e lavoro in un reparto di ricerca e sviluppo…non uso Movie Maker, preferisco i software open source!

  15. @ Alberto:
    Rosicate!?
    Quando hai tanti disturbatori come voi, vuol dire che funzioni. Altrimenti ci sarebbe solo il silenzio.
    Grazie, grazie anche a voi!!!

  16. Ci sono tante persone a fano e tante sensibilità. io sono forse un pò più riflessivo di nicola, ma ne apprezzo la sincerità. Così come apprezzo chi ci critica più o meno giustamente, almeno dice la sua invece di stare in silenzio e non fare niente. Volevo dire che noi non siamo i “buoni”. Proviamo ad impegnarci con i metodi che possiamo avere a disposizione, visto che non abbiamo un euro da nessuno. e va bene cos’, perchè ci sentiamo liberi da legacci vari. E sapete quante volte ci siamo già seduti a un tavolo, anche con quelli della maggioranza a parlare e portare proposte. In modo più o meno fruttuoso (vedi le mozioni che si discuteranno sulla rivalutazione della zona sportiva Zengarini e del Pincio). Ma a volte è utile anche denunciare quello che non va. E se lo facciamo con una telecamera e parole anche fastidiose, può andare bene così. Tutto qua.
    Poi, in effetti, più il blog è frequentato e più persone scrivono (pro, contro e proposte) più ne siamo contenti

  17. Nicola O.
    L’esempio di movie maker era in tono dispregiativo perché monelli della prima superiore (e quindi senza titoli e crediti) sviluppano lavori decisamente migliori.
    Se in altri campi sei un genio a me non interessa, ne dubito fortemente perché se senti l’esigenza di “dimostrarlo” o pecchi di modestia oppure al riparto di ricerca e sviluppo (di non si sa cosa) fai le fotocopie.
    Super elettronico e usi gli open source…. ok quindi?
    Ah ti ricordo che la passione non è sufficiente, non si è giustificati dalla passione, non si diventa presidenti per passione ma in quanto a rompere le balle beh… quello molte volte è una sport.
    Mi spiace di esser proprio io a rompere le uova nel paniere ma molte cose non le mando giù.

    @Hadar
    La tua risposta mi è piaciuta =)
    Vorrei chiederti una cosa, quando proponete qualcosa… cosa succede poi?

  18. @ Paolo Giancarli:
    Quella che definisci scarsa qualità dei lavori, dipende dal fatto che quando lavori a “tempo perso” e senza denaro fai quello che puoi. Personalmente, non sono neanche l’autore dei filmanti ma occupandomi di informatica ed elettronica ci starebbe che non sono bravo a fare filmati. E quindi? Non li dovrei fare per questo? Mi pare che il messaggio si capisca quindi cosa mi dovrebbe interessare se non sono perfetti! Accetto la critica, ci sta, ma se permetti mi pare puttosto superficiale, in genere quando si critica la forma piuttosto che i contenuti significa che si vuol disturbare o che non si hanno argomenti.

    Super elettronico o super cosa, l’hai detto tu. Io mi sono limitato a dirti cosa faccio nella vita per rispondere ad una tua critica. Comunque non ti preoccupare, che non faccio le fotocopie. La ditta per cui lavoro si chiama M2, è di Bellocchi, se vuoi vieni pure a vedere di persona non ho problemi. I problemi ce li ho con chi è palese che voglia disturbare ma non lo ammette. Un po come secondo me stai facendu tu.

    Se volessi dimostrare il contrario, la cosa migliore da fare sarebbe quella di parlare dei contenuti. Vedo che continui a non farlo

    E’ ovvio che puoi dire o fare quello che vuoi, però se posso permettermi di darti un suggerimento, se non sei veramente un disturbare impara ad apprezzare chi lavora per passione. Apprezza l’attivismo fine a se stesso. Le critiche si possono fare anche con rispetto, in maniera più moderata. Non mi sembra di pretendere molto. Ti dico di più, non so cosa fai nella vita ma sei il benvenuto tra noi se voui contribuire a migliorare la città. Quando fai un progetto interessante lo è in qualsiasi caso, anche se sei un fan sfegatato del PD o del PDL o cos’altro.

    Rileggendo il tuo primo commento postato, faccio ancora difficoltà a capire in cosa consiste la critica. Se uno si fa un giro per la città, vede quelle cose anche se non le mette in un filmato. Questo sarebbe essere rompi scatole? Vediamo se riusciamo a fare un discorso intelligente, io sono disponibile!

  19. Per paolo.. dopo che proponiamo qualcosa ci può essere il caso in cui ci ascoltino: òla mozione sulla riqualificazione della zona sportiva zengarini sarà approvata. Latre mozioni o iniziative sono in cantiere. Ad esempio si discuterà del Pincio e la sua riqualificazione: sarà una bella discussione in consiglio comunale a dire se verrà approvata o no. Altre proposte sono a livello di incontro con assessori e altri politici della sponda di maggioranza: ci si prova a ragionare e a guardare la bontà delle idee, ma spesso non è semplice arrivare a una cosa concreta. Ci proviamo!

  20. Concordo in pieno, è inutile valorizzare il centro di Fano quando l’ingresso è orrendo. Tra buche e lavori in corso sembra più un cantiere che una destinazione turistica. Basta uscire dalle Marche andare in Emilia Romagna e uscire a Riccione per notare le differenze…. Poi ci lamentiamo che la nostra riviera non riceve gli stessi turisti di quella romagnola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *