TUTTE LE STRADE PORTANO A… VIA CAVOUR!

viabilità nuova centroL’esempio simbolico più scriteriato del nuovo progetto di viabilità del centro storico può essere rappresentato dalla riorganizzazione viaria di via Cavour: se prima i sensi unici delle strade laterali di tale via facevano defluire le auto verso l’esterno, ora, a sensi invertiti, le porteranno in direzione via Cavour. In quali condizioni? Pochissimi parcheggi, divieti di sosta formali ma non reali (come avviene ora). Ma la domanda nasce spontanea: dove passeranno ciclisti e pedoni? Certo, faranno delle bellissime passeggiate notturne dalle 23,00 alle 6,00 del mattino, quando ci sarà ZTL! Qui il nostro mondo è alla rovescia. Invece di tutelare in centro ciclisti e pedoni, si tutelano gli automobilisti! C’è bisogno di una rivoluzione copernicana di pensiero per riprogettare il centro storico. Non certo quello che ha pensato l’assessore Silvestri. E’ chiaro a tutti che il centro della nostra città non è stato costruito per la viabilità di oggi. Ebbene, altre città nella nostra stessa situazione, hanno chiuso al traffico o perlomeno hanno attuato zone di ztl molto restrittive. E’ chiaro il motivo: hanno voluto dare una progettualità allo sviluppo del centro. Mentre da noi si pensa a come far passare le auto in piazza XX settembre. Sembrerà impossibile, ma nel nuovo progetto è contemplato. Oppure si insiste pervicacemente a lasciare la maggior parte di via Nolfi aperta al traffico, in presenza di pochissimi negozi e senza possibilità di fare fermate e soste. Tanto che i residenti non hanno parcheggi a disposizioni (quelli laterali sono per chi ha la ztl). Per non parlare della paventata riapertura di via Nolfi lato sud. Una zona scolastica e di uffici pubblici. Senza marciapiedi!

Quali sono le soluzioni? Innanzi tutto capire che cosa vogliamo che il nostro centro storico diventi: luogo di servizi, residenziale, area dormitorio, di mercato o scrigno da preservare? Tutte queste cosa assieme non ci possono stare. Noi propendiamo per la valorizzazione storica, culturale e di commercio di prossimità, che richiami ad una qualità della vita migliore per chi vi abita e per i turisti. Le condizioni ci sono tutte: parcheggi numerosi all’esterno del centro, associazioni culturale e dei negozianti in forte attività. Valorizziamo quello che abbiamo. E facciamo un progetto di ztl totale del centro storico. Non quello a pezzi e a sprazzi avanzato da questa giunta.

3 thoughts on “TUTTE LE STRADE PORTANO A… VIA CAVOUR!

  1. ma la domanda nasce spontanea, Silvestri è come Re Mida, al contrario….che lavoro faceva prima di entrare in politica? tutte le cose che ha fatto le ha sbagliate tutte

  2. Concordo pienamente con quanto scritto da Hadar O.
    Sono stato adottato da questa città e quindi forse piu di altri vedo le differenze su cui si potrebbe lavorare per renderla migliore dove è “meno ospitale” o per preservarne i “gioielli” che chi ha da sempre sotto il naso nemmeno considera (ci si accorge di quel che conta quando lo si perde e di queste differenze positive e negative mi rendo conto e sarebbe bello agire tenendole in considerazione).
    Preferirei una zona per il mercato piu facilmente fruibile e che tolga il traffico pesante di camion (almeno in parte) dal centro storico che ritengo per prima cosa debba essere accogliente per i residenti e non creare disagi o costi (come quando dei camion sfondano la sede stradale perchè si fanno passare veicoli ben diversi da pedoni o carri per cui erano state pensate dagli antichi romani che ci hanno lasciato questo e altri gioielli in eredità.
    Per ultimo però, le attività commerciali non sono tutte uguali, alcune necessitano di parcheggi più di altre, o di soluzioni pratiche e comode per raggiungerle e fruirne al meglio.

  3. organizzare delle ztl senza criterio e senza pensare a creare delle condizioni che possano atrarre turisti e cittadini, porta inevitabilmente ad una lenta ma inesorabile morte del centro storico. Pensare che un centro storico sia fatto innanzitutto per chi ci abita è assurdo! Un centro storico senza attività commerciali significa sicuramente un posto di minor attrazione per turisti e cittadini stessi, senza tralasciare che le attività commerciali pagano delle tasse molte più alte rispetto ai residenti che servono a mantenere la bellezza e i servizi all’interno del centro stesso. Basti pensare solamente che l’illuminazione natalizia del centro è complettamente a carico delle attività commerciali. Immaginate che bell’effetto possa fare un centro storico al buio.
    Quindi, o si creano condizioni che attraggano e coinvolgano cittadini e turisti e li invoglino a venire a passeggiare in centro come: miglioramento dell’arredo urbano, eventi,manifestazioni e tanto altro,
    oppure tanto vale lasciarli circolare liberamente in auto!!!

    residente del centro storico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.